E Correggio rivede la vetta…Il punto di Mirco Mariotti.

Correggese nuovamente in testa alla classifica dopo aver espugnato il difficile campo di San Colombano al Lambro per 2-3. I lombardi venivano da sei pareggi su sei ed hanno comunque provato a restare in partita fino alla fine. Al 3′ subito in gol la formazione di bagatti con Luppi con un bel diagonale. Al 24′ raddoppio ancora di Luppi che intercetta alla perfezione un lancio di Zini si invola dentro l’area e batte a rete nuovamente alle spalle di Ghizzinardi. I padroni di casa al 37′ accorciano le distanze con un pizzico di fortuna grazie a Shqypi che batte Noci grazie ad una deviazione probabilmente decisiva di Sabotic. Nella ripresa passa solo un minuto e Boilini crossa in area per l’onnipresente Luppi che da pochi passi realizza la sua tripletta personale (11 gol in 7 partite, media gol pazzesca). All’82′ i lombardi accorciano le distanze su rigore assegnato per fallo di Sermellini su Arabit, Odi dal dischetto non sbaglia, ma saròà l’ultima vera offensiva dei padroni di casa dato che i reggiani sfiorano per un paio di volte il colpo del ko.

Il Thermal Abano perde la vetta soccombendo in “casa” (ad Este) per 0-1 contro una rediviva Fortis Juventus. Partita non bellissima risolta al 60′ dal solito Lombardi e viene agganciata dalla Lucchese che soffre tantissimo nella battaglia di Camaiore (che chiuderà in otto) risolto da una punizione di Nazzareno Tarantino (espulso pure lui) al 36′.

Impresa del Formigine che batte la Massese per 1-0, seconda sconfitta consecutiva per gli apuani e terza vittoria consecutiva per i modenesi, decisivo ancora Germano, match winner domenica scorsa a Forcoli, a nove minuti dal termine approfitta di un cross teso in area mancato da tutta la retroguardia difensiva della Massese ed insacca a porta sguarnita il gol dell’aggancio al quarto posto proprio in coabitazione con la formazione di Tazzioli.

Colpo esterno del Mezzolara per 0-1 a Fidenza. Il gol vittoria è del giovane Visani a due minuti dal termine che risolve una mischia in aea con un bel colpo di testa imparabile per il portiere Artich. A dire la verità il pareggio forse sarebbe stato il risultato più giusto ma i borghigiani latitano da iniziano stagione in zona gol, urge rimedio e riscatto immediato, anche perchè la classifica non è proprio bella bella.

Bella rimonta della Virtus Castelfranco, sotto di due reti, impatta per 2-2 a Palazzolo. Locali in vantaggio al 13′ su rigore per fallo di mano forse involontario ma evidente di Baldaccini, ovviamente espulso dato che evita un gol fatto, Bosis dal dischetto realizza il vantaggio dei bresciani.Al 47′, dopo un gran forcing della formazione di Chezzi, arriva inaspettato il 2-0 con una splendida girata in area di Pagani che si infila sotto l’incrocio dei pali. A questo punto arriva la reazione ospite che, dopo un palo di Dalrio su punizione, al 67′ accorcia le distanze comn un bel tuffo di testa di Louhichi. Due minuti più tardi Berselli viene steso in area, penalty che trasforma lo specialista Dalrio.

Vittoria nettissima per 0-3 del Romagna Centro a Chioggia contro una Clodiense irriconoscibile anchse se ad onor del vero i veneti avevano numerose assenze ma non può essere una scusante. Il vantaggio ospite arriva al 23’: fallo inutile quanto evidente di Davide Berto su Nicolini che induce l’arbitro a fischiare il rigore che Drudi trasforma. Passano due minuti ed il Romagna Centro raddoppia grazie ad una invenzione di Roccati che dal limite, in girata, manda la palla in rete sotto la traversa. La terza rete è ad opera di Peluso al 72′ che approfitta di un “mia tua” tra Davide Berto e Luca Boscolo che addirittura si scontrano tra di loro e all’attaccante romagnolo non par vero di poter segnare indisturbato.

Bene l’Imolese che batte 2-1 l’Atletico Montichiari del neomister Claudio Ottoni, ex difensore di Bologna e Padova. Rossoblù locali avanti al 26′ con uno splendido tiro di Casadei. Passano appena cinque minuti ed arriva il raddoppio con Orlando che raccoglie di testa un cross di Burnelli e manda la sfera in fondo il sacco. A dieci minuti dal termine i bresciani accorciano le distanze col solito Bosio che insacca in porta da pochi passi, ma l’Imolese nel finale controlla con discreta autorevolezza la partita e porta a casa un successo importante in chiave salvezza.

Finalmente primo successo del Riccione per 4-2 contro un Forcoli che comunque ha lottato e ha fatto tribolare non poco la formazione allenata da Arturo Di Napoli. al 5’ il Riccione è colpito a freddo dal Forcoli. C’è un calcio di punizione dal limite della cui battuta s’incarica Novelli. La palla tocca la barriera e si infila alla sinistra di Addario. Il Riccione però pareggia sei minuti dopo, Franzese raccoglie palla da un errore di Rosi, vede Spadafora e gli porge la sfera che insacca con facilità. Locali sfortunati al 38’ quando non sfrutta con Franzese un calcio di rigore concesso per atterramento dello stesso biancazzurro ad opera di Antonio, la sfera si stampa sul palo. Al 52’, il Forcoli passa nuovamente in vantaggio, Aprile si fa rubare palla da Fiorentini che tira in porta, Addario respinge ma sui piedi di Novelli che non ha difficoltà nel mettere in rete. Il Riccione non ci sta ed il pareggio arriva al 63’ quando Spadafora gira di testa in rete sugli sviluppi di un corner. Il vantaggio dei biancoazzurri arriva cinque minuti dopo con Valeriani che risolve una paurosa mischia in area spingendo la palla oltre la linea di porta. A dieci dal termine arriva il poker finale, firmato ancora da Valeriani che gira in rete un lungo cross dalla destra servito da Venere.

E domenica? La capolista Correggese attende al “Borelli” il Riccione che, sulla carta, potrebbe sembrare una partita malleabile, ma i romagnoli hanno dimostrato, nonostante i problemi societari, di fare bel calcio e di rendere cara la pelle a tutti. La Lucchese attende il Sancolombano per cercare di raccogliere la sesta vittoria consecutiva mentre sicuramente il match più equilibrato è quello di Castelfranco Emilia tra la Virtus ed il Thermal Abano.

La Riccione Calcio da seguito al comunicato dei calciatori: “Agosto saldato da 10 giorni”.

La Riccione Calcio 1929 invia una nota per evidenziare “i risultati conseguiti sul campo e nel risanamento societario da un anno a questa parte e sottolineare che non ha subito penalizzazioni grazie agli interventi in denaro puntualmente effettuati”. Quindi detto che “la situazione economica può essere affrontata con assoluta tranquillità”, per “rispondere alla campagna diffamatoria in atto” precisa: “Da 10 giorni a tecnici e calciatori è stato saldato il mese di agosto e dal 5 agosto inizio del ritiro precampionato, la società si è fatta carico di tutte le spese di vitto e alloggio degli stessi. Tutto questo per rendere edotti i veri sportivi di Riccione sulla real situazione e sulle sue prospettive. E’ altrettanto chiaro che qualunque comportamento inopportuno e danno so per la società, sia da parte di tesserati o di altri soggetti verranno immediatamente segnalati e perseguiti nelle opportune sedi.”