La Thermal è la nuova regina grazie al suo Rey. Il punto di Mirco Mariotti.

Rey Volpato

Quello che non ti aspetti ogni tanto accade. Il Thermal Abano non si doveva nemmeno iscrivere al campionato, nonostante la promozione in D ottenuta all’ultimo tuffo con gli spareggi nazionali. Poi il sindaco prende in mano la situazione ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Il culmine sabato a Sarzana dove espugna “fuori casa” la Massese per 0-1. La squadra di Tazzioli le prova tutte per pareggiarla ma non c’è verso, la palla non entra. Il gol vittoria arriva dopo appena 8 minuti grazie ad un errore della difesa apuana che permette a Dotto di involarsi dentro l’area e servire un assist perfetto e Rey Volpato che sottoporta non ha difficoltà ad insaccare.

Ritorna in auge la Correggese piegando l’Imolese di Franco Farneti per 2-0. La formazione di Bagatti passa al 27′ grazie ad una verticalizzazione precisa di Boilini che spedisce Luppi solo davanti a portiere, e l’attaccante inventa un drop che si insacca in rete.il raddopio al 42′ ancora con Luppi, all’ottavo gol stagionale, che raccoglie un assist di Arrascue Rios e con un diagonale trafigge nuovamente Cordisco. Imolese quasi mai pericolosa, solo qualche lampo a metà ripresa ma poco altro. Tre punti che riportano i reggiani a fianco della Massese, stavolta al secondo posto.

Si affaccia nelle zone altissime la Lucchese, al quarto successo consecutivo, vittoria 3-0 senza storia contro la Clodiense che chiude in 9 uomini. E’ Caboni di testa a sbloccare il risultato al 27′sugli sviluppi di un calcio di punizione. Il raddoppio è ancora di Caboni al 48′ che approfitta di erroraccio al limite dell’area di Roberto Boscolo rubandogli la sfera e insacca battendo imparabilmente il portiere. Al 69′ chiude i giochi Tarantino con una bella conclusione da centro area.

Soffre più del previsto il Formigine in quel di Capannoli contro il fanalino di coda Forcoli. 1-2 con vantaggio ospite maturato a tempo abbondantemente scaduto. I verdiblu passano al 51′ grazie ad una magia del solito Umberto Sarnelli, ma i toscani non demordono e colgono il pareggio al 63′ con un tirocross di Fiorentini che Della Corte si fa sfuggire non riuscendo ad evitare che la sfera superasse la linea di porta. Ci pensa però il difensore ospite Germano al 94′ di testa a siglare il gol del successo formiginese, secondo consecutivo per la squadra allenata da Gianni Balugani.

Chi stecca è la Fortis Juventus che incappa in una giornata stortissima. Dopo otto minuti i toscani perdono bomber Carnevale che si fa cacciare dopo aver commesso un brutto fallo sul portiere ospite Ghizzinardi. Al 29′ comunque la Fortis passa al 29′ Rossi che insacca in rete dopo una splendida azione di contropiede. I toscani nel corso del match potrebbero pure raddoppiare nonostante l’inferiorità numerica, che però a cinque dal termine diventa doppia per l’espulsione per doppia ammonizione di Nencioli. Il Bano ci mette il cuore e riesce ad agguantare il pareggio grazie a Losi sugli sviluppi di un corner assegnato grazie all’onestà di Reccolani che aveva ammesso di aver deviato il pallone oltre la linea di fondo. Fair play che è costato caro. Sancolombano al sesto pareggio su sei partite.

Luigi Artiaco non ha mezze misure, o non segna, o ne fa tre in un colpo solo. E’ già la terza volta in stagione che l’attaccante ex Ancona, una in Coppa e due in campionato, segna una tripletta. Il puntero è decisivo nel 3-2 contro l’ottimo Riccione che non riesce a raccogliere i punti che meriterebbe e reduce da una settimana travagliata in ambito societario. Mezzolara avanti all’11′ con Artiaco che in mischia insacca in rete approfittando di un’incertezza del portiere ospite Addario. I romagnoli non demordono e raggiungono il pari al 27′ con Franzese che raccoglie una maldestra respinta di pugno di Marchignoli ed indisturbato mette in rete. Al 35′ arriva il vantaggio ospite con un bel tiro di Spadafora da fuori area dove stavolta Marchignoli non può fare altro che raccogliere la palla in fondo al sacco. La reazione del Mezzolara arriva nella ripresa. Al 54′ Artiaco pareggia con un preciso colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo e poi all’80′ lo stesso bomber risolve sempre in michia per il gol del sospirato e definitivo vantaggio. La squadra di Luppi ora inizia a respirare aria molto molto buona…

Anche una Virtus Castelfranco non proprio spettacolare torna al successo regolando per 2-0 il Camaiore. Al 2′ i biancogialli passano con il giovane Louichi e raddoppiano con Dalrio, al primo gol stagionale, che trasforma un calcio di rigore al 43′.

Vittoria di misura del Romagna Centro per 1-0 contro l’Atletico Montichiari, decisivo il giovane Tola al 33′ che si inventa un goal pazzesco da trenta metri e porta i cesenati in acque ben tranquille.

Infine pareggio tra Palazzolo e Fidenza con i bresciani avanti al 64′ con Pagani, mentre il pareggio dei borghigiani è ad opera di Degni al 69′. Un punto che muove la classifica di entrambe.

Domenica? Interessante match d’alta classifica ad Abano Terme dove il Thermal Abano ospiterà una Fortis Juventus che in campo esterno ha segnato tantissimo anche se mancherà bomber Carnevale. Anche al Pincelli di Formigine attesa per il match tra i locali e la Massese che vorrà rifarsi dopo la prima sconfitta in campionato. Sancolombano-Correggese ed il derby Camaiore-Lucchese le altre partite da seguire.

Mirco Mariotti

 

Angiò, la Commissione Vertenze Economiche della FIGC condanna il Riccione.

L’ex calciatore biancazzurro Pasquale Angiò ha vinto anche il ricorso in appello con il quale chiedeva alla società romagnola quanto pattuito nel contratto regolarmente depositato in Lega. Rigettati invece quelli dei calciatori Tobia Melis, Giuseppe Nastasi e Simone Mastromattei, dando di fatto ragione alla società biancoazzurra.

9.

Il calciatore ex Riccione Calcio 1929 Pasquale Angiò, classe 1990, ha vinto anche in appello, attraverso la Commissione Vertenze Economiche, in data 2 ottobre 2013, il ricorso con il quale chiedeva alla Società Riccione Calcio quanto pattuito nel contratto depositato in Lega. La società biancazzurra, dopo essere stata condannata a saldare quanto richiesto, si era opposta, citando in appello la Commissione Accordi Economici. Oggi Angiò ha comunicato attraverso una nota: “Sono felice di aver ottenuto giustizia, viste le tante delusioni, promesse ed ingiustizie ricevute”.

La stessa commissione inoltre accoglie l’appello della Riccione Calcio rendendo di fatto nulli i ricorsi di Melis Tobia, Nastasi Giuseppe e Mastromattei Simone, rimandando inoltre gli atti alla Procura Federale per eventuali deferimenti.

newsrimini.it

SERIE D GIRONE D. SESTA GIORNATA: I TABELLINI DELLE ALTRE.

Correggese-Imolese 2-0 
Reti: 27′ 42’Luppi 

CORREGGESE: Noci; Semellini, Zini (86’Ziliani), Bertozzini, Bigolin; Davoli, Selvatico, Arrascue (66’Lari); Boilini; Berni (87’Lazzaretti), Luppi. A disp.: Cardace, Turri, Gozzi, Fontanesi, Chiurato, Perelli. All. Bagatti. 
IMOLESE: Cordisco; Bunda (57’Catalano), Antoniacci, Orlando, Battistini (59’Poggi, 90’Rizvani); Ragazzini, Balestra, Mordini; Burnelli, Belluzzi, Tedeschi. A disp.: Spada, Stanzani, Bevoni, Ramoz, Santandrea, Casadei. All. Farneti. 
Arbitro: Lombardo di Sesto San Giovanni. 
Note: 200 spettatori. Ammoniti: Bertozzini, Tedeschi, Orlando e Antoniacci. Angoli: Correggese 4, Imolese 2.

Forcoli-Formigine 1-2
Reti: 51’Sarnelli(Form), 63’Fiorentini(Forc), 94’Germano(Form)

FORCOLI: Massaini, Lici, Marchetti, Lelli, Antonio, Bonsignori, Mannini (85’Marinari), Marianelli, Fiorentini (90’Ciardelli), Semboloni, Vaira. In panchina: Pioli, Mazzantini, Bracci, Telleschi, Grandoli. Allenatore: Danesi 
FORMIGINE: Della Corte, Casini, Essel, Vernia (90’Reggiani), Furini, Germano, Caselli, Brini Ferri (83’Varone), Dall’Acqua, Sarnelli, Pilia. In panchina: Abate, Algeri, Toni, Franchini, Puglisi, Traore, Canalini. Allenatore: Balugani 
Arbitro: Luciani di Roma 
Note: Spettatori: 250 circa. Ammoniti: Mannini, Bonsignori, Fiorentini, Marianelli, Sarnelli, Caselli. Angoli 4-1. Recupero: 2’ pt e 5’ st 
Fortis Juventus-Sancolombano 1-1 
Reti: 29’Rossi(F), 93’Losi(S) 
FORTIS JUVENTUS: Cardelli, Polvani, Rossi, Reccolani; Visibelli, Ignesti, Gatto (57’Silvestri), Serotti (75’Nencioli); Carnevale, Costa, Lombardi. A disposizione: Biancalani, Burla, Cassigoli, Galantini, Maenza, Fusi, Tagliaferri. All. Bonucelli 
SANCOLOMBANO: Ghizzinardi, Ioance, Dalcerri (73’Cerri), Scietti, Losi; Pagani, Marzatico (46’Shqypi), Bianchi (50’Arbit), Arena; Odi, Cattani. A disposizione: Soffientini, Marchi, Colombi, Olivera, Resti. All. Tassi 
Arbitro: Gualtieri di Asti 
Note: spettatori: 300 circa. Angoli:14 a 4 per il San Colombano. Ammoniti: Bianchi e Shqypi (S) Espulsi: Carnevale (F) all’8′, mister Bonucelli(F) al 95′ per proteste, Nencioli all’85’ per doppio cartellino giallo. Minuti di recupero: 1’pt. e 5’st

Lucchese-Clodiense 3-0 VIDEO
Reti: 27’ 48’Caboni, 69’Tarantino 

LUCCHESE: Casapieri, Petrini, Terlino, Calistri, Espeche, Lo Sicco, Chianese (85’Russo), Nolè, Caboni (72’Aliboni), Tarantino, Riccobono (46’Lima). A disp. Sannino, Angeli, Ghelardoni, Pecchioli, Zanellato, Discetti. All. Pagliuca 
CLODIENSE: L.Boscolo, Bellemo, Sambo, Olivieri (46’Iobbi) , Roberto Boscolo (73’ Daniele Boscolo), Bianchi, Ponce, Del Soldato (77’Villanovich), Schiavon, Franciosi, Bounafaa. A disp. Nutta, M.Boscolo, Cigna, Veronese, Gnolo Boscolo, Dell’Andrea. All. Mattiazzi 
Arbitro: Agrò di Terni 
Note: Spettatori 735. espulsi al 31’ Bellemo ed al 66’ Bianchi; ammoniti Olivieri, Chianese. Angoli 3-1. Recupero tempo: pt 2’, st 3’

Massese-Thermal Abano 0-1 VIDEO INTERVISTE
Rete: 8’Volpato

MASSESE: Tognoni, Bugliani (57’Menicagli), Zambarda (77’Marinai), Ceciarini, Parenti, Milianti, Remorini, Tozzi, Tosi, Vignali, Pavia (57’Pegollo). A disp.: Parisini, Poponcini, Gialdini, Cinquini, Falchini, Campinoti. All.Tazzioli
THERMAL ABANO: Merlano, Montin, Brichese, Marangon, Sadocco (70’Lovato), Bedin, Cacurio (58’Michelotto), Bandiera, Volpato, Dotto, Rocco (84’Resta). A disp.: Ziliotto, Celi, Sabbion, Parpajola, Neagu, Mattioli. All.Bisioli
Arbitro: Colosimo di Torino
Note: partita disputata a Sarzana; ammoniti Dotto, Merlato, Milianti

Palazzolo-Fidenza 1-1 VIDEO 
Reti: 19’st Pagani (P), 24’st Degni(F)

PALAZZOLO: Girelli; Raccagni (66’Chiari), Bettoni, Lancini (75’Amalfi), Ghidelli; Abrami, Leoni, Pagani, Boschiroli (80’Ouardi); Capelli; Giordano. A disp. Guizzetti, Tognazzi, Sala, Alushi, Trovò, Lanzi. All. Polini 
FIDENZA: Artich; Messineo (73’Musi), Bersanelli, Patrini, Talignani; Paterlini (73’Molinari), Grillo, Degni, Copelli; Delporto, Bandaogo. A disp. Capotosto, Arcuri, Bedotti, Delendati, Zanni, Ferri, Rossello. All. Montanini 
Arbitro: Marotta di Sapri 
Note: espulsi al 54′ Giordano (P) per doppia ammonizione, al 61′ Bandaogo (F) per doppia ammonizione; ammoniti Leoni, Boschiroli, Patrini, Copelli; spettatori 300 circa; angoli 4-4; recupero 1’pt, 2’st 
Romagna Centro-Atletico Montichiari 1-0 VIDEO 
Rete: 33’Tola ROMAGNA CENTRO: Semprini, Vandi, Carnesecchi, Dodi, Roccati, Arrigoni, Tola, Giunchi, Gavoci (77’Lorenzo), Nicolini (68’Lombardini), Peluso (93’Fariselli). In panchina: Zollo, Turci, Carrozzo, Merigo, Balducci, Mondardini. Allenatore: Faeli 
ATLETICO MONTICHIARI: Gambardella, Coly, Filippi, Di Paola, Ragnoli, Bonaccorsi, Lauricella (60’Beretta), Trajkovic (78’Tassi), Bosio, Scubla (86’Lera), Giovannetti. In panchina: Viola, Treccani, Alberti, Turina, Piccirilli, Zani. Allenatore: Tavelli 
Arbitro: Moro di Schio 
Note: Spettatori 350 circa. Ammoniti: Trajkovic, Peluso, Giunchi, Arigoni. Angoli 7-3. Recupero: 0’ pt e 4’ st 

Virtus Castelfranco-Camaiore 2-0

Reti: 3’ Louhichi, 43’ (rigore) Dalrio

VIRTUS CASTELFRANCO: Gibertini; Sacenti, Girelli, Baldaccini, Buldrini; Oubakent (48’Tammaro), Scarpa, Sassarini (46’Del Mastio), Louhichi; Dalrio, Beatrizzotti (64’Molinari). A disp.: D’Agostino, Nobile, Occhi, Formato, Berselli, Audino. All. Chezzi
CAMAIORE: Rizzato; Sabatini, L.Biagini, Mazzone, Ulivi; Remedi (64’Fraschi), Tosi, F.Biagini (84’Seghi), Guerra; Imperatore, Ceragioli (76’Velchev). A disp.: Tonazzini, Dell’Amico, Cecchi, Dalle Luche, Pellegrini, Viola. All. Giuli
Arbitro: Guddo di Palermo 
Note: spettatori 150 circa. Ammoniti Buldrini, Dalrio e Tammaro (Virtus Castelfranco); Ulivi (Camaiore). Espulsi al 51’ l’allenatore del Camaiore Giuli per proteste ed al 91’ Tosi (Camaiore) per proteste. Calci d’angolo 9-1 per il Camaiore. Recupero 1’ pt; 4 st.

MEZZOLARA-RICCIONE 3-2

Sembra ormai una maledizione quella che attanaglia un Riccione ancora alla ricerca della prima vittoria. Gli avversari fanno sempre un gol in più, anche se i ragazzi di Di Napoli giocano bene e segnano. E’ quel che è successo a Mezzolara, dove solo uno scatenato Artiaco (tre gol per lui) è riuscito a compromettere il risultato a un Riccione che era riuscito anche a recuperare l’iniziale svantaggio. Eppure, dopo la rimonta firmata Franzese e Spadafora (1-2)e complice l’espulsione di Marini, ecco la valanga Artiaco a vanificare ogni sforzo.

MEZZOLARA (4-4-2): Marchignoli 5.5; Tirassini 6,Martelli 6, Orlando 6, Galassi 6.5; Akilo 6 (24’st Arseno), Giglio 6 (30’ st Visani sv), Selleri 6.5, Semprini 6(1’ st Cicerchia 6); Bazzani 6.5, Artiaco 8. All. Luppi.

RICCIONE (4-3-3): Addario 6, Palluzzi 6, Fantini 6 (24’st Aprile 6), Marini 5, Materazzo 6; Sposato 5.5, Caputo 6, Franzese 6.5; Cotti 6 (37’st Moretti sv), Spadafora 7 (30’st Agostini sv), Cavallari 6.5. All. Di Napoli.

ARBITRO: Capelli di Bergamo 6

RETI: 11 ’ pt Artiaco, 27’ pt Franzese, 32’ pt Spadafora, 11 ’ st e 35’ st Artiaco.
AMMONITI: Cicerchia, Marini, Caputo.
ESPULSO: Marini al 26’ st.

Andrea Cani di Wind4Win risponde all’attuale gestione.

Il responsabile della Wind4Wind risponde al comunicato emesso lunedì dall’attuale gestione societaria. Nei prossimi giorni dovrebbe esserci un incontro tra la proprietà e la cordata milanese interessata all’acquisizione della società biancoazzurra.

In seguito a quanto appreso dagli organi di stampa, con il fine di porre chiarezza alle vicende societarie della SSD RICCIONE CALCIO 1929 e in risposta al comunicato stampa diffuso il 30-9-2013 dall’attuale gestione, precisiamo quanto segue:

Ribadiamo il nostro massimo interesse nell’acquisire il Riccione Calcio, rilevando di conseguenza anche la sua GRAVE SITUAZIONE DEBITORIA che giorno dopo giorno aumenta costantemente. A testimonianza dell’impegno e della determinazione profuse dal nostro gruppo nell’estenuante trattativa, di seguito breve riepilogo cronologico di quanto accaduto:

– Inizio agosto: Inizia la trattativa, contattiamo telefonicamente la gestione della proprietà e li invitiamo ad un incontro, manifestando il nostro interesse;
– 7 agosto: In un hotel milanese incontriamo il Sig. Ermanno Pieroni nel ruolo di incaricato dalla proprietà nella trattare la cessione. Al termine chiediamo di ricevere la documentazione contabile necessaria per le opportune valutazioni insieme a nostri professionisti (richiesta ufficiale inviata in carta intestata all’indirizzo email di Ermanno Pieroni). Il Sig. Pieroni ci invita ripetutamente a considerare non l’ACQUISIZIONE, ma una CO-GESTIONE insieme a lui e il Sig. Spinelli attuale amministratore. Ringraziando per l’offerta spieghiamo che non rientra nei nostri interessi.
– 14 settembre: dopo oltre un mese di attesa e solleciti riceviamo la documentazione richiesta, che con nostro stupore evidenzia una situazione debitoria assolutamente contradditoria rispetto a quanto emerso da numerosi controlli effettuati direttamente. Non potendo pubblicare le cifre, per aiutarvi a comprendere il rapporto tra debiti dichiarati e reali è di 1/5 (1.000 euro = 5.000 euro).
Ulteriore preoccupazione destano le oltre 10 vertenze intentate da tesserati delle passate stagioni attualmente all’esame degli organi competenti che non venendo conciliate produrrebbero sanzioni penalizzazioni e i costi di gestione dell’attuale rosa che pur essendo numerosa necessità ancora di inserimenti importanti;
– 19 settembre: incontriamo il Sig. Ermanno Pieroni a San Benedetto; durante il confronto abbiamo modo di raccogliere ulteriori informazioni fondamentali e anticipare i dettagli della nostra offerta e le opportune garanzie;
– 24 settembre: inviamo proposta ufficiale al Sig. Ermanno Pieroni dettagliando le condizioni economiche, evidenziando nuovamente la grave situazione debitoria emersa dai nostri consulenti Invitiamo la proprietà a volerci rispondere entro il 26 settembre.
– 1 ottobre: La gestione del Riccione Calcio, diffonde un comunicato con l’intento di disconoscere la trattativa.

Considerato l’accaduto e alla luce di quanto appreso dagli organi di stampa riguardo alle difficoltà oggettive dell’attuale gestione nel garantire il rispetto degli impegni esistenti con giocatori, staff e fornitori, siamo a chiedere un incontro con la PROPRIETA’ della Riccione Calcio 1929, così da illustrare ai diretti interessati la nostra offerta con il piano per far fronte alla situazione debitoria e le relative garanzie.

Andrea Cani
Responsabile commerciale Wind4Win srl

Quattro schiaffi al Montichiari e la Massese è sola al comando. Il punto di Mirco Mariotti.

Gazzetta Lucchese

Prima o poi la coppia doveva scoppiare e così fu. A perdere la trebisonda sotto la pioggia di Chioggia è la Correggese che, avanti di una rete al 13′ grazie a Boilini che concretizza una bella azione corale con un bel tiro dal centro dell’area, si fa rimontare, dopo aver sciupato per diverse volte il raddoppio, dalla Clodiense. E’ Del Soldato al 50′ ad insaccare il gol del pareggio su assist di Francioni ed al 69′ arriva il rigore del sorpasso: Franciosi viene steso in area da Sabotic, rigore ed espulsione per il difensore reggiano, lo stesso Franciosi va sul discheto ed insacca il gol vittoria. Luppi nel finale sciuperà poi davanti al portiere Baldan il gol del possibile pareggio.

A questo punto sola soletta al comando, e sempre a punteggio pieno, è la Massese di Tazzioli. Uno 0-4 all’Atletico Montichiari che non ammette scusanti, gli apuani sono i veri favoriti del campionato, squadra solida, che controlla la partita a suo piacimento e quando deve colpire colpisce. Al 40′ i bianconeri passano con Tosi che appena entrato in area fulmina con un diagonale Viola. L’Atletico ci prova a pareggiare questa partita, sfortunato Sangiovanni che su punizione dalla distanza colpisce in pieno il palo, Al 66′ però è Vignali con una bella azione personale a filtrare in area e, dopo un paio di dribbling, segna il gol del raddoppio. Al 70′ è capitan Milianti, sugli sviluppi di un corner, ad insaccare col piattone solo soletto nell’area piccola la terza rete. Lo 0-4 finale arriva a tre minuti dal termine con Marinai che dal vertice sinistro dell’area trova il diagonale nuovamente letale per il portiere dell’Atletico.

Chi continua a sorprendere è il Thermal Abano che nell’anticipo al Gabrielli di Rovigo (ultima partita in campo neutro, ad Abano lo stadio finalmente è a norma) batte con autorità per 3-0 il Palazzolo. E’ il giovane Dotto al 40′ ad aprire le marcature, poi nella ripresa Cacurio al 73′, quinta rete stagionale per l’attaccante ex Clodiense, e Rey Volpato, ex Juventus, Siena ed Empoli, al minuto 84 su rigore, chiudono il match issando i padovani al secondo posto solitario, a due punti dalla Massese.

Zitta zitta si affaccia nei quartieri alti la Lucchese che soffre parecchio contro un ottimo Riccione, ma la squadra di Arturo Di Napoli non è molto fortunata sul piano dei risultati. I biancoazzurri romagnoli passano meritatamente al 20′ con un bel tiro dal limite di Franzese dove Casapieri nulla poteva fare. Ma i rossoneri reagiscono con vigore e trovano il pari al 37′ con l’intramontabile Nazzareno Tarantino che con una punizione rasoterra infila la sfera alle spalle di Addario. Tarantino è ancora protagonista al 54′ quando serve Nolè con un assist al bacio, ed il n. 8 rossonero di piatto insacca il gol del definitivo 1-2. Riccione che poi si è gettato alla ricerca del pareggio, ma la muraglia lucchese risulterà impenetrabile fino alla fine della partita.

Riparte alla grande la Fortis Juventus che vince in maniera importante in quel del Lido di Camaiore. 1-4 il risultato finale. L’ex Riccione e Massese Angelo Lombardi al 2′ minuto con un bel tiro dal limite porta avanti subito la Fortis, e l’attaccante ospite si conferma cecchino infallibile, sempre a segno in tutte le cinque partite di campionato, non male la media dell’ex attaccante di Riccione e Massese. Al 33′ Lumini trova il raddoppio con una bella conclusione in piena area. Il Camaiore non ci sta ed al 50′ Imperatore, appena entrato, stacca imperiosamente di testa e trova il gol che riapre le speranze ai padroni di casa ma al 67′, con il Camaiore tutto in avanti alla ricerca del pari, è Carnevale, su azione di rimessa, a riportare avanti la Fortis. Sesto gol stagionale per l’attaccante ospite, ora al comando della classifica marcatori assieme a Luppi della Correggese. Poi sarà Polvani all’82′ sugli sviluppi di un calcio di punizione a siglare il gol del definitivo 1-4.

Prima vittoria per Gianni Balugani sulla panchina del Formigine che rimonta l’iniziale svantaggio e batte per 2-1 il Romagna Centro. i cesenati passano al 18′ con Gavoci che di sinistro azzecca il diagonale giusto per infilare Della Corte. Passano appena due minuti ed è Pilia a trovare al via del pareggio. Lo stesso Pilia al 74′ è abile a procurarsi un calcio di rigore che Dall’Acqua trasforma per ben due volte, dato che l’arbitro, fiscalissimo, aveva visto troppi giocatori verdeblu in area. Fatto sta che sono tre punti pesanti per le ambizioni della formazione del patron Masi.

Buon pareggio per 1-1 del Mezzolara sul difficile campo del Sancolombano. Capitan Bazzani al 12′ porta avanti la truppa di Luppi, mentre sarà Bianchi a trovare il meritato pareggio al 59′. Un pareggio che sta comunque molto stretto ai lombardi che, soprattutto nella ripresa, hanno creato più occasioni da rete.
Primo hurrah per il Fidenza di Montanini. 1-0 contro una Virtus Castelfranco incerottatissima e priva di molti titolari. Il gol del successo è dell’ex Delporto al 49′. L’attaccante borghigiano scatta sul filo del fuorigioco e con un morbido pallonetto scavalca Gibertini. Vittoria meritata, anche se la Virtus ha comunque avuto le sue palle gol, ma senza concretizzarle.

Prima vittoria anche per l’Imolese contro il fanalino di coda Forcoli, ancora al palo dopo tre partite. La squadra di Franco Farneti è in costante crescita ed il 3-0 finale lo testimonia. Protagonista della partita è Orlando autore di una doppietta. Al 17′ si aprono le marcature: Guilherme atterra in area Tedeschi, Orlando dal dischetto non tradisce e porta in vantaggio i rossoblù imolesi. Al 35′ magistrale calcio di puizione di Orlando che si infila alle spalle dell’incolpevole Pioli. Poi sarà Belluzzi al 53′ a chiudere il match con un bel diagonale.

E domenica. Beh il match di cartello sarà senz’altro a Massa, sempre che sia agibile lo stadio degli Oliveti. Massese-Thermal Abano, prima contro seconda. Stavolta gli apuani avranno il vero banco di prova per dimostrare di valere la Lega Pro. Non starà a guardare la Correggese che aspetta al Borelli un’Imolese in salute. E noi staremo a guardare i risultati alla fine delle partite, poi giudicheremo…