La Commissione Vertenze Economiche della L.N.D. condanna nuovamente il Riccione.

Altra tegola in casa Riccione. Oltre ai noti problemi legati alla stagione in corso la società biancazzurra è stata condannata ancora una volta dalla Commissione Vertenze Economiche della Lega Nazionale Dilettanti. Il sodalizio della Perla Verde, salvo ricorso che dovrà pervenire alla commissione entro sette giorni, dovrà versare oltre 25mila euro (relativamente agli stipendi di cinque calciatori) entro 30 giorni per evitare ulteriori sanzioni.

18307_507042039326970_936713115_n.png

Il dispositivo si riferisce ad emolumenti non versati ai propri calciatori per quanto riguarda la scorsa stagione e l’annata 2011/12.
La commissione (Comunicato ufficiale n°106) riunitasi il 24 e 25 Ottobre ha esaminato gli atti e ha accertato che la Riccione Calcio non ha versato completamente, ed in alcuni casi parzialmente, gli stipendi ai calciatori. Questo in sintesi il provvedimento:

Per quanto riguarda la stagione 2011/12 la compagine riccionese dovrà versare a Stefano Stefanelli 5.250 €, avendo già ricevuto compensi per 2.250 € e a Manuel Marani i restanti 3.900 € dei 3600 € già percepiti.

Per la stagione scorsa, quella 2012/13 la stessa commissione ha condannato la società per non aver versato completamente gli stipendi ad Alberto Reccolani, per un totale di 4.687,50 € (relativamente al periodo dal 27.10.2012 al 17.12.2012) e a Daniele Chiarini 7.500 €. Infine la LND fa obbligo al pagamento dei restanti 4.500 € che non ha percepito Gabriele Ricci (avendo ricevuto 1.500€).

La società ha sette giorni per impugnare il provvedimento, altresì dovrà procedere con il pagamento e comunicare entro 30 giorni il tutto al Dipartimento Interregionale, come previsto dall’art.94 ter comma 11 delle N.O.I.F. della F.I.G.C.

Precedente Il Riccione finisce in fuorigioco a tavola "Pasti non pagati per 18mila euro" Successivo Altra figuraccia del Riccione.