COPPA ITALIA: Nella prima uscita stagionale il nuovo Riccione di mister Di Napoli cede per 0-1 contro il Romagna Centro.

Nel turno preliminare di Coppa Italia un Riccione con in campo una formazione sperimentale ed imbottito di giovani cede di misura contro il Romagna Centro al termine di un incontro giocato a ritmi blandi. Gli ospiti, che nel turno successivo affronteranno il Mezzolara in casa, sfruttano al meglio una sbavatura difensiva dei padroni di casa e vanno a segno con Peluso al 10′ del primo tempo. Nonostante la sconfitta e la scarsa preparazione atletica i biancazzurri si sono dimostrati ben ordinati in campo e non hanno per nulla sfigurato.

RICCIONE 1929-ROMAGNA CENTRO 0-1.

RICCIONE 1929 (4-1-4-1): Addario; Venere, Materazzo, Santini, Marini; Fortino (30’st Montanari); Cavallari, Agostini (15’st Volpe), Sposato, Moretti; Cosa (8’st Cotti).
A disp. Napoleoni, Sericola , Mei.
All. Arturo Di Napoli.

ROMAGNA CENTRO (4-3-3): Semprini; Carnesecchi (40’st Carrozzo), Drudi, Arrigoni, Turci; Lombardini, Roccati, Giunchi; Peluso, Gianmarco (18’st Mondardini), Barducci (25’st Vandi).
A disp. Zollo, Fariselli, De Pasquale S., De Pasquale C., Vitali, Cirimellini.
All. Filippo Medri.

ARBITRO: Bruni di Fermo.

RETI: 10’pt Peluso (Rom).
NOTE: Angoli 1-6. Recupero: 0’pt, 3’st. Spettatori 100 scarsi.

LA CRONACA:  Passata la fase di studio al 9’ fa capolino in avanti il Riccione: Cavallari al centro allarga per Sposato, che defilato sulla destra, alza di poco sopra la traversa. Sul ribaltamento di fronte però sono gli ospiti a passare: un lancio lungo dalla difesa coglie impreparata la difesa riccionese con Peluso che indisturbato mette dentro con un tocco morbido. Al 13’ rispondono i padroni di casa, punizione di Venere dalla destra, sulla conseguente respinta della difesa colpisce Peluso da fuori, para a terra Semprini.
Al 33’ lampo del Romagna Centro, tiro dalla lunga distanza di Lombardini che si alza sopra il montante.
Al 38’ il Riccione potrebbe impattare, ma Cavallari, imbeccato da Cosa, non sfrutta l’indecisione di Turci, che nel tentativo di appoggiare la sfera al proprio estremo difensore finisce per appoggiare il centrocampista riccionese che però non finalizza.

SECONDO TEMPO: Nella ripresa i ragazzi di Di Napoli crescono, e all’8, il Riccione va subito vicino al pareggio con Sposato: lancio di Cavallari per il compagno che a tu per tu con Semprini angola troppo e la conclusione e fa la barba al palo.
Al 24’ i cesenati si mangiano letteralmente una rete con Arrigoni che da pochi passi dalla porta non frutta l’assist di Giunchi e di testa spedisce fuori la più facile delle occasioni. Al 28’ Peluso in piena area fa fuori un paio di avversari in dribbling e indirizza un fendente respinto da Addario in corner. L’ultimo sussulto in pieno recupero è di marca rivierasca: Cotti che dalla fascia destra serve Montanari che a tu per tu con il portiere manda a lato.

La Redazione, Forza Riccione!

©  Citare la fonte e/o l’autore in caso di pubblicazione.

SORTEGGIATA ANCHE LA COPPA ITALIA 2013/14

Ufficializzata anche la Coppa Italia 2013/14, il Riccione è stato accoppiato nel turno preliminare con la neopromossa Romagna Centro. Il debutto ufficiale avverrà il 18 Agosto alle ore 16 tra le mura del “Nicoletti”. La vincente dovrà vedersela contro il Mezzolara, il Primo turno si disputerà il 25 Agosto sempre alle ore 16. La finale della manifestazione tricolore è fissata per il 2 aprile 2014.

Riccione fuori dalla coppa, la Bagnolese si impone per 2-1

BAGNOLESE: Corghi, Bonini, Addae, Faye, Bonacini, Costa, Carloni, Zampino (24´ s.t. Bigi), Spadacini, Popovici, Guareschi.
A disp.: Barilli, Oliva, Alfieri, Colatini, Rinaldi, Sica.
All.: Vacondio.

RICCIONE: Carioli, Tantuccio, Mulazzani (1´ s.t. De Brasi), Bari (34´ s.t. Batani), Nodari, Ballarini, Cavoli, Amati (24´ s.t. Zamagna), Belluzzi, Grazhdani, Marani. A disp.: Lasagni, Marcattili, Ricci, Arduini. All.: Valdifiori.

ARBITRO: Marco Mainardi di Bergamo.
ASSISTENTI: Samuel Carrara e Massimiliano Zappella di Bergamo.

RETI: 10´ pt, 8´st Guareschi (B), 24´st Belluzzi (R).
AMMONITI: Bonini, Addae, Guareschi (B), Ballarini, Marani, De Brasi, Batani (R).
ESPULSO: Bonacini (B) al 30´pt per fallo da ultimo uomo.

Il Riccione esce di scena dalla Coppa Italia di Serie D, perdendo 2-1 sul campo di Bagnolo in Piano contro la formazione di casa della Bagnolese. I biancazzurri si trovano subito ad inseguire dopo soli dieci minuti, per poi subire la seconda rete all´ottavo della ripresa: il mattatore di entrambe le reti è Guareschi. A nulla è servita la rete di Belluzzi, così come il fatto di aver giocato per un´ora in superiorità numerica: le tante assenze nell´undici presentato da Valdifiori sono state determinanti per questo ko.
La compagine emiliana ora affronterà nei sedicesimi di finale il Fiorenzuola che ha battuto ieri il Pizzighettone dopo ai calci di rigore (6-5 nei tempi regolamentari la gara era terminata 2-2), ora per il Riccione non resta che concentrarsi nel campionato, avversario di Domenica il Real Rimini di mister Evangelista.

Giuseppe Colonna

GIUDICE SPORTIVO E PROSSIMO TURNO DI COPPA

E’ stato sorteggiato il prossimo turno relativo la Coppa Italia di Serie D. Il Riccione dopo la vittoria di misura sul Real Rimini nei trentaduesimi di finale se la dovrà giocare contro la formazione della Bagnolese che a sua volta nello scorso turno ha battuto la Virtus Castelfranco dopo i calci di rigore (risultato finale 6-5).  L’incontro verrà disputato giovedì 15 Settembre allo stadio F.lli Campari a Bagnolo in Piano (RE) con calcio d’inizio alle ore 15 (salvo cambiamenti dell’ultimo momento). Chi avrà  la meglio poi dovrà battersi nei sedicesimi tra la vincente di Fiorenzuola-Pizzighettone.

Per quanto riguarda il giudice sportivo il Riccione dovrà fare a meno per il prossimo turno di Coppa di Savini che ha rimediato due gialli in altrettante partite.

Giuseppe Colonna

Riccione1929-Real Rimini 1-0, risolve tutto Lisi.

RICCIONE1929 (4-3-1-2): Carioli, Jaupi, Savini, Bolzonetti, Nodari, De Brasi (36’st Arduini), Cavoli, Lisi, Stefanelli, Marani (20’st Lepri), Belluzzi (43’st Zamagna).
A disposizione: Lasagni, Ricci, Mulazzani, Batani.
Allenatore: Nevio Valdifiori.

REAL RIMINI (4-3-3): Temeroli, Zandoli, Cenciarini, Ferrani, Colonna (20’st Russo), Camillini, Aissaoui (40’st Massoni), Dragoni (8’st Durazzi), Sbrega, Di Tora, Neri.
A disposizione: Landi, Priore, Caiazza, Sheraj.
Allenatore: Renzo Evangelista.

ARBITRO: Balice Antonello di Termoli
ASSISTENTI: Giovanneschi di Pontevecchio e Trovatelli di Prato.

RETI: 10’pt Lisi (R).
AMMONITI: 22’pt De Brasi (R), 30’pt Savini (R), 45’pt Dragoni (RR)
ANGOLI: 2-1. RECUPERO: 1’pt, 4’st.
NOTE: Spettatori 200. Riccione con il lutto al braccio per ricordare la scomparsa del tifoso Simone Margherini. I supporters bianco azzurri si sono posizionati nel settore dove sabato si è tolto la vita e hanno esposto un pensiero a suo ricordo: “ Nessuno muore se vive nei cuori di chi resta, ciao Simon”.

Un azione di gioco dell'incontro.

RICCIONE: Ancora una vittoria della squadra guidata da Valdifiori contro un Real Rimini imbottito di giovani che nonostante la volontà ma complice la condizione non è riuscita ad impensierire seriamente la difesa locale. Nei primi minuti è solo una fase di studio con i padroni di casa che fanno un buon possesso. Ma alla prima vera occasione il match si sblocca: al 10’ punizione di Lisi dal limite, tiro angolato che colpisce la parte interna della traversa e sfera che si insacca alle spalle dell’incolpevole Temeroli. Al 22’ l’assistente Trovatelli assegna un calcio di rigore perlomeno dubbio: cross dalla destra di Aissaoui, pallone che carambola sul braccio di De Brasi che viene poi ammonito. Si presenta dal dischetto Di Tora che viene ipnotizzato da Carioli: prima in tuffo gli para il penalty e poi sulla conseguente ribattuta riesce a liberare coi piedi.
Al 34’ Bolzonetti assistito da Stefanelli fa partire un bel tiro teso dalla distanza che si spegne di un niente fuori. Al 36’ Cenciarini cerca di dare la scossa ai suoi, salta due avversari e defilato sulla sinistra fa partire un tiro-cross insidioso che si spegne facendo la barba al palo.

Lo striscione dedicato a Simone Margherini.

 

 

 

 

Partita che nella seconda frazione procede a ritmi blandi ma è sempre il Riccione a essere più attivo. Al 6’ dopo un azione corale Belluzzi centra in pieno la traversa. Al 10’ e all’11’ la compagine di casa si fa pericolosa su due conclusioni di testa di Stefanelli servito da Cavoli finita fuori di un niente e di Belluzzi assistito da Marani con la conclusione bloccata da Temeroli. Risponde il Real un minuto dopo con il subentrato Durazzi che da pochi passi e complice uno svarione difensivo locale manda la conclusione di poco fuori. Ancora Cavoli al 27’, mette sulla testa un bel pallone per Belluzzi che fallisce la rete della sicurezza. Nodari poi al 28’ dalla sinistra mette una palla interessante a De Brasi che all’altezza del dischetto del rigore si fa respingere il tiro dal portiere ospite, con un pallonetto tenta di controbattere a rete ma è impreciso. Flash del Real che potrebbe impattare al 37’ su tiro di Sbrega, sfera che viene mandata miracolosamente in corner da Carioli. L’ultimo sussulto è su punizione di Lisi che scavalca la barriera, Nodari svetta nella confusione ma il pallone impatta sul terreno e finisce ampiamente a lato.

Il saluto dei ragazzi di Valdifiori al pubblico al termine del match.

Spogliatoi:
Nevio Valdifiori: “Direi che abbiamo fatto una buona partita insomma, complice un calo di tensione abbiamo commesso qualche errore che ci può stare, nel secondo tempo abbiamo avuto l’occasione per raddoppiare, loro ci hanno impegnato fino in fondo ma nel complesso sono contento della condizione dei miei ragazzi. E’ stato importante passare il turno e ora ci prepareremo per domenica che sarà la prima di trenta quatto battaglie.”

Renzo Evangelista:
“Per noi è stato un test di verifica per affrontare al meglio il prossimo campionato, come avete visto dalla formazione eravamo imbottiti di giovani e abbiamo schierato solo tre anziani. Sto lavorando da diversi giorni è le mie impressioni sono positive, per quanto riguardo la partita se sfruttavamo il rigore l’incontro magari poteva cambiare ma comunque più di così non potevamo combinare considerando il caldo, il sintetico, la preparazione e tutte le nostre vicende.”

Giuseppe Colonna

Coppa: Riccione vittorioso. ma passa il Massalombarda.

Jaupi Enea, autore della rete del vantaggio biancoazzurro

Finisce 1-0 per il Riccione l’ultimo incontro di Coppa Italia contro l’Ozzanese. Rete di Jaupi al 67′.

Classifica Girone Eliminatorio 2° Turno:
Massalombarda 4
Riccione 3
Ozzanese 1

Accede al turno successivo il Massalombarda e affronterà im semifinale la vincente dell’altro girone tra Verucchio o Ribelle

RICCIONE 1929 – OZZANESE: COPPA ITALIA ULTIMO ATTO

MERCOLEDI´03/11/2010 ORE 20.30 ALLO STADIO NICOLETTI ULTIMO ATTO DELLA COPPA ITALIA D´ECCELLENZA, RICCIONE 1929 – OZZANESE, UNA PARTITA CHE NON HA MOLTI CONTENUTI INFATTI IL MASSALOMABARDA SI E´ GIA´ MATEMATICAMENTE QUALIFICATO AL TURNO SUCCESSIVO. SARA´ UN TEST PER RODARE L´INTERA ROSA BIANCAZZURRA, E DARE SPAZIO AI TANTI GIOVANI E ALLE SECONDO LINEE. ARBITRERA´ IL SIG. ZIZZA NICCOLO´ DI FINALE EMILIA, ASSISTENTI CISERCHIA DI CESENA E ORSINI DI FAENZA. INGRESSO AL NICOLETTI GRATUITO.

SORTEGGIATI I TRIANGOLARI PER IL SECONDO TURNO DI COPPA ITALIA DI ECCELLENZA

Sorteggiati oggi i gironcini da tre squadre per quanto riguarda il Secondo Turno della fase regionale della Coppa Italia di Eccellenza: RICCIONE nel Gruppo 3 con OZZANESE e MASSALOMBARDA.

Ecco il calendario:

Mercoledì 06/10/10 ore 20,30
Ozzanese – Massa Lombarda

Mercoledì 20/10/10 ore 20,30
Massa Lombarda – Riccione 1929

Mercoledì 03/11/10 ore 20,30
Riccione 1929 – Ozzanese